Museo energia
Trova le risposte!
Un viaggio esclusivo all'interno dell'energia, concepito e realizzato attraverso nuovi strumenti e linguaggi dove si stimola l'interesse e la creatività dei visitatori.
Ti trovi in: Museo Energia > Scuola Energia
Spazio alle idee! L.S.S. "Isacco Newton", Roma - sezione foto -

Giuliana Mangia, III B
"… e poi  mi ritrovo a guardare il mare…
e capisco che non c’è cosa più bella e solitaria nel vedere il sole che si lascia cullare fra le sue onde…
no di sicuro non c’è cosa più bella…"
Io ho voluto rappresentare la parte "poetica" e specialmente "nostalgica" dell'acqua.
La foto è stata scattata in Irlanda nel porto di  Dun Laoghaire.

Claudio Franco, IV C
Guizzo d'individualità
"Un guizzo di stravaganza, un'onda di novità, elementi fondamentali per staccarsi dal grigio torpore della massa"

Daniele Taffara, II E
"Il mare un elemento unico, separa e unisce.
Nel suo ruolo di separare stimola la nostra fantasia, quando invece unisce ci mette in rapporto costante con la realtà"

Gabriele Sansonetti, I F 
Questa foto l'ho fatta io perché spesso ho pensato al fatto che l'acqua,
oltre ad essere l'elemento più diffuso sul nostro Pianeta e nel nostro corpo,
ci è necessario proprio per sopravvivere.
L'acqua non ha colore, non ha sapore, ma ha tantissima importanza.
Ci rinfresca, ci fa riprendere vigore.
L'acqua è un grande dono che va custodito per amore di noi stessi.

Gaetano Granatelli, I D
Finalmente la pioggia!
In questo scatto ho avuto la fortuna di immortalare uno splendido maschio di Papilio deiphobus rumanzovia
(Insecta-Lepidoptera-Papilionidae) che, aggrappato con le sue esili zampe ad una foglia,
rimane impassibile durante una pioggia tropicale.
In questa foto voglio evidenziare la relazione che c'è tra l'acqua e gli esseri viventi,
testimoniata dal fatto che le farfalle sono i primi indicatori dello stato di salute degli ambienti,
in quanto se una specie vive e si riproduce in un determinato habitat significa che l'ambiente è sano.
Le farfalle infatti sono molto sensibili ai cambiamenti,
che sono inadatti o ostili alle esigenze del loro ciclo vitale,
e perciò un'acqua inquinata, e quindi un mondo inquinato, potrebbe risultare loro fatale.

Giordano Galli, III
 Ho inviato questa immagine perché il gabbiano é immagine stessa del mare,
fa ricordare la pace , l'armonia silenziosa dell'acqua che muta per sfuggire agli ostacoli che si pongono contro essa.
Allego inoltre  una canzone di Eugenio Finardi che si chiama proprio la canzone dell'acqua.

La Canzone dell’Acqua, di Eugenio Finardi
Album Roccando Rollando, 1979

Stasera ho chiesto al caso
che cosa devo fare
sono stanco del mio ruolo
e ho voglia di cambiare
non so se andare avanti
o se e' il caso di scappare
o se e' solo il bisogno
di un nuovo sogno da sognare.

Adesso che ho quello
che ho sempre voluto
mi sento un tantino legato,
vorrei sparire
per ricominciare da capo
con un nuovo mazzo di carte
un nuovo gioco.
Ma il libro mi ha detto:
"Tieni la testa a posto,
datti una regolata e
guarda bene dentro te stesso,
non giudicare gli altri
e cerca invece di capire,
butta via lo specchio
che c'e' il mondo da guardare"

Vorrei essere come l'acqua
che si lascia andare,
che scivola su tutto,
che si fa assorbire,
che supera ogni ostacolo
finche' non raggiunge il mare
e li si ferma a meditare
per scegliere
se esser ghiaccio o vapore,
se fermarsi o
se ricominciare...

Marta Tomassetti
"l'ho scatta al parco degli acquedotti a Cinecittà
e l'ho trovata interessante perchè secondo me esprime la potenza dell'acqua"

I lavori sono stati seguiti dai Professori Alfonso Liparulo e Vincenzo Amelii


Il Museo Energia avvalora il suo impegno nel promuovere la cultura scientifica e la creatività applicate al mondo dell’energia realizzando Energia Scuola.

Uno spazio di approfondimento, di capacità creativa e progettuale, interamente dedicato agli studenti dei vari istituti nel quale verranno pubblicati e premiati tutti i migliori progetti di classe.

 



Per maggiori informazioni:


Email: energiaonweb@gmail.com
Tel:  06.63.69.29
Fax: 06.63.03.81







Altri Progetti

1-20 |21-40 |41-60 |61-80 |81-84 |